Crea sito

Le foreste più belle d’Europa

La danza degli alberi

Oltre un miliardo di foreste si estendono attraverso 44 paesi.
La loro superficie continua a crescere di 510.000 ettari l’anno, nonostante le calamità naturali ( incendi, deforestazioni ecc…).
Bel numero no? Si perché in Europa, nella Conferenza Interministeriale Pan_ Europa nel 1993, a proposito di protezione forestale, è stato definito con modalità e livelli tali da salvaguardare ( la produttività, la biodiversità, la rigenerazione, e l’utilizzo ) senza recare danni all’ecosistema.

Leggi severe

Achtung! Oggi possiamo vantare leggi severe , esse assicurano che siano piantati più alberi di quanti ne vengono tagliati.
E allora immergiamoci nella natura, tra boschi e sentieri per respirare aria nuova, in questo luglio incandescente. Sapevate che il continente Europeo vanta una lunga storia fatta di culture, tradizioni,miti e leggende? Certo che sì… racconti suggestivi sono stati tramandati nei secoli, ambientati nelle foreste, luoghi silenziosi e ameni che a noi piacciono tanto.
Scopriamo insieme le 15 foreste più belle da visitare.

1- Foresta Umbra, Italia.

Qui giochiamo in casa, un’immensa distesa boschiva (citata da Ovidio, Strabone e Virgilio). La foresta Umbra oltre a essere il regno incontrastato delle orchidee (80 specie protette), è una tra le più estese di tutta Europa.
Composta da faggi, querce, aceri e lecci, è anche ricca di storia.
La più conosciuta è quella di Federico II di Svevia, il quale raccoglieva veleno prodotto dai tassi per liberarsi delle sue amanti pressanti.

2- Parco Nazionale Durmitor, Montenegro.

Questo parco è situato nella regione montuosa di Bjelasica, si trova nella parte centrale del Montenegro.
Conosciuti sono i due fiumi che scorrono tra le montagne alte 2000 metri, i loro nomi sono Tara e Lim.
La foresta ospita ventisei habitat: ( 220 piante diverse tra loro, 150 specie di uccelli, 10 specie di mammiferi, 86 tipi di alberi, nelle acque 3 varietà di trote, 350 tipi di insetti.

3- La foresta vergine di Komi.

La foresta di Komi è un immensa area di 3,28 milioni di ettari di tundra e montagne negli Urali, costituita da (pioppi, betulle, fiumi e laghi abitati da 40 specie di mammiferi, 204 di uccelli e 16 specie di pesci.

4- Foresta Irati, Spagna.

Questa foresta è la più grande in Navarra, collocata nella parte Nord della regione spagnola, è una di quelle foreste che evoca una moltitudine di sensazioni: la freschezza delle acque freddi e i suoni sfuggenti e selvaggi di animali.
Sapevate che c’è uno spirito protettore di nome Basajaun, bhè
potreste incontrarlo.

5- Forêt de Lyon, Francia.

Anche se piccola, la forêt de LYON è incantevole e ti fa innamorare da subito. Vanta la più bella faggeta d’Europa, contornata da corsi d’acqua dolce, alberi maestosi e una fascinosa antica cittadina Normanna e una inquietante Abbazia di Mortemer, si dice infatti ( il luogo più infestato di Francia). Intrigante vero?
Tra le rovine di questo luogo non mancano 5 bellissimi castelli, abbelliti da spettacoli teatrali ed eventi all’aperto. Immaginate l’aristocrazia francese che nel XVII secolo partecipavano numerosi.

6- Forêt de Fontainebleau, Francia 

Quando si pensa a questa foresta, molti attribuiscono la sua importanza
allo storico castello, ma invece per gli abitanti francesi non è così, per loro l’attrazione è la foresta stessa, in quanto luogo selvaggio per fare passeggiate e sport. Voi appassionati sportivi siate pronti al (trekking, montain bike, e birdwatching), mentre per voi alpinisti si possono scalare i famosi massi di Fontainbleau. Buon divertimento!

7- Foresta storta di Gryfino, Polonia.

Tutti ci chiediamo perché storta?
Tra miti e leggende,una di queste narra di un bel principe che s’innamorò di una fanciulla.
I due giovani avevano due fedi religiose diverse (una pagana e l’altra cattolica), le due fedi li divideva a tal punto da non permettere di coronare il loro sogno d’amore. Un giorno la fanciulla si recò nella foresta, con il suo canto e la sua danza riuscì a far ballare tutta la foresta. Il principe si ammaliò e si convertì, e fece convertire anche il suo popolo. Gli alberi rimasero storti, fermarti dalla loro danza. È una leggenda, ma per questa forma degli alberi ci si chiede: dobbiamo credere alla leggenda?
Rabdomanti e professionisti di geomanzia sostengono che in questa foresta, le pietre sprigionano particolari tipi di energia positiva.
E allora tutti nella foresta di Gryfino!


A presto per continuare a scoprire le altre meravigliose foreste …-continua

Rossella Baldino

Pittrice, autrice di racconti.

Ti potrebbe interessare anche...