Crea sito

Un’altra ottica

di Franco Marmello

Un nuovo impegno culturale all’interno del nuovo mondo, è stato speso a cominciare dagli anni ’80, cercando di fornire indicazioni su come sviluppare una corretta gestione del Capitale Umano in ogni tipo di settore.
E’ bene considerare subito che il termine gestione non è un termine riservato a chi comanda; il compito di gestire e negoziare con ogni tipo di interlocutore è oggi affidato a tutti coloro che lavorano insieme a un progetto:

  • Gestire, guidare e negoziare con i propri collaboratori
  • Gestire il rapporto negoziale e di contributo con i propri capi
  • Gestire il rapporto di cooperazione negoziale con i colleghi
  • Gestire se stessi, negoziare le proprie idee, i propri vissuti

Negli incontri di formazione organizzati dalle Associazioni Imprenditoriali, dalle Business School più autorevoli, dalla Comunità Europea attraverso il fondo sociale, sono stati rivisitati in questi anni momenti di lavoro che molti di noi in passato hanno affrontato in maniera automatica, senza accedere ai livelli di pensiero creativo di cui tutti siamo dotati naturalmente. Presi dalla routine, abbiano previlegiato l’urgenza e penalizzato l’importanza di ciò che stavamo facendo. Pensiamo al problema del coinvolgimento, della partecipazione:

  • Sentirsi coinvolti
  • Saper coinvolgere
  • Esprimere i propri talenti e la propria Leadership
  • Motivare gli altri a scoprire la propria capacità di motivazione

Lavorare in team

Abbiamo già considerato, da queste pagine, che garantire un servizio di qualità è oggi l’obiettivo di tutte le imprese finalizzate a servire il pubblico di riferimento con risultati eccellenti. Il percorso vincente per arrivare all’obiettivo passa obbligatoriamente attraverso l’acquisizione di una maggiore capacità – da parte di ognuno – di auto coinvolgersi e di coinvolgere alla partecipazione colleghi, collaboratori, capi: ogni persona preposta a svolgere compiti e mansioni all’interno di progetti che riguardano noi e il nostro lavoro. L’efficacia del contributo che ognuno di noi fornisce alla struttura è determinata, in gran parte, dal nostro grado di coinvolgimento e di motivazione a operare in squadra. Lavorare in equipe con colleghi e capi, gestire collaboratori e interlocutori di ogni tipo sono oggi percorsi lavorativi resi più difficili – come già esposto – dall’urgenza di mutare continuamente programmi e strategie per adeguarsi al mondo che cambia a ritmi sempre più veloci. E’ importante saper riconoscere e conquistare un adeguato livello di consapevolezza che ci permetta di fornire un concreto aiuto al nostro gruppo di lavoro nell’affrontare idee, progetti e percorsi lavorativi puntando a prestazioni di qualità. Partecipare e far partecipare è oggi l’obiettivo di chi lavora in gruppo con lo scopo di realizzare risultati eccellenti.

Come già definito, dobbiamo scoprire in che modo portare noi stessi e chi lavora con noi a occupare un ruolo con rinnovata consapevolezza e responsabilità, allo scopo di ottenere al servizio dell’impresa risultati personali gratificanti. Se è vero che vivere e lavorare insieme ci aiuta a formare opinioni nei confronti degli altri, è altrettanto vero che ci aiuta a formare opinioni nei confronti di noi stessi…

(continua)

Ti potrebbe interessare anche...