Crea sito
Addio a Gigi Proietti

Roma in lutto e tutta Italia piange la scomparsa di Gigi Proietti, morto nella capitale che gli ha dato i natali nel 1940, questa mattina, il giorno del suo compleanno. Avrebbe infatti compiuto 80 anni se una grave insufficienza cardiaca non se lo fosse portato via. Proietti era ricoverano in una clinica romana da un paio di settimane, ma ieri le condizioni dell’attore si sono aggravate. Con lui c’erano le figlie Susanna e Carlotta e la sua compagna di una vita, Sagitta Alter.

Mancherà la sua voce che ha caratterizzato il genio della lampada di Aladin, film d’animazione della Disney, come mancherà la sua comicità, le sue macchiette e la sua grande preparazione di attore di prosa.  Lo scorso marzo una sua intervista era apparsa sul Corriere della Sera e in quella dichiarava che avrebbe desiderato riportare Moliere a teatro, ma il lockdown gli aveva impedito la realizzazione di qualsiasi progetto.

Proietti era un attore, cabarettista, doppiatore, regista e conduttore televisivo, nonché talent scout. I giovani attori cercavano di entrare nella sua scuola di recitazione, meglio definirlo Laboratorio di esercitazioni sceniche, secondo solo alla Bottega teatrale di Gassman, ma non meno ambito fin dalla sua nascita che risale al 1978. Ha esordito in teatro nel 1963 grazie a Giancarlo Cobelli che lo fece recitare nel “Can can degli italiani”, per poi affermarsi in Tv e al cinema. Chi non ricorda, per esempio, la sua memorabile interpretazione di Mandrake  nel film “Febbre da cavallo”?  Proietti ha anche interpretato Pompeo nella miniserie  tv “Sogni e bisogni” di Sergio Citti e Paco ne “la proprietà non è più un furto” di Elio Petri. Ma è con il maresciallo Rocca che l’attore romano ha decretato il proprio successo televisivo.

Come doppiatore ha invece prestato la voce a Robert de Niro, Dustin Hoffman, Kirk Douglas, Paul Newman, Marlon  Brando e Gregory Peck. Proietti era noto per le sue doti di affabulatore e trasformista ed è considerato uno dei massimi esponenti della storia del teatro italiano. Ha avuto esperienze anche come cantante facendo parte del gruppo musicale Trio Melody, con Stefano Palatresi e Peppino di Capri, oltre che come poeta e scrittore.