Il Cielo in Medicina cinese non ha un unico significato. Come molte altre cose è simbolo, non solo del Cielo reale che ci sovrasta e sta fisicamente sopra le nostre teste, ma anche di qualcosa di ancestrale, eterno che esiste da prima di noi. Solitamente si distingue in Cielo anteriore e Cielo posteriore quando consideriamo la vita dell’Uomo.

Il Cielo anteriore è considerato il periodo prima della nostra nascita, quando ci stiamo formando come feti e l’energia che domina quei mesi è quella detta costituzionale, la Yuan Qi, chiamata anche ancestrale. Dal concepimento fino alla nascita, nel feto iniziano a formarsi i canali straordinari o meravigliosi, e che sono otto. La Yuan Qi, tipica di questi canali, l’energia ancestrale o costituzionale è un serbatoio che si assopirà alla nascita ma non totalmente. Verrà in nostro aiuto ogni qual volta ne avremo bisogno, se per un motivo o per un altro ci capiterà di stare in uno stato di coma sarà la Yuan Qi a mantenerci in vita. Ma anche dopo malattie debilitanti è questo tipo di energia che entra in gioco e ci permette di rimetterci in sesto.

Il Cielo posteriore è invece il nostro stato energetico dalla nostra nascita in poi, quel tipo di energia che consumiamo vivendo spesso paragonata ad un paio di scarpe che si consumano camminando. Sul Cielo posteriore abbiamo una maggiore possibilità di manovra: in altre parole sta a noi decidere come vivere e cosa fare per stare in salute e avere il più possibile una lunga vita. E lo possiamo fare attraverso il nostro stile di vita e il modo in cui ci alimentiamo sia fisicamente che emozionalmente.

Esistono dei Bagua, cioè dei diagrammi, fatti di trigrammi che circondano il Taichi,  quel simbolo che unisce Yin e Yang in un cerchio, e che stanno a simboleggiare i due Cieli, quello anteriore e quello posteriore. Spesso quello posteriore orna qualche muro delle case cinesi in quanto viene considerato di buon auspicio. I Bagua stanno a significare le due diverse situazioni energetiche dove l’anteriore sta per ciò che ancora è in potenza mentre il posteriore per ciò che è stato attivato, compiuto anche.

Ma Bagua è anche un termine utilizzato per una forma di Qigong, il Bagua Zhuang che quando viene portato all’estrema marzialità è quella comunemente chiamata boxe cinese. Il Bagua sono 8 esercizi spiraliformi degli otto trigrammi e si riferiscono al quadro che riporta i trigrammi del Cielo posteriore. Si tratta di esercizi molto simbolici da questo punto di vista, il loro significato sta proprio ad indicare il rapporto tra Cielo anteriore e posteriore, tra la vita che ci mette di fronte a problemi e prove e la Via (il cerchio del Taichi) che ci indica come risolverli, ritornando allo stato di quiete del Cielo anteriore.

Infine una parola sulla direzione dell’energia del Cielo che nel taoismo è considerata discendente, al contrario di quella della Terra che sale e rompe la zolla affinchè il filo d’erba possa spuntare  o il fiore o lo stesso albero. L’energia del Cielo scende e l’uomo che non ha forza, o colui che si fa sovrastare da essa, si piegherà, come quegli anziani che vediamo piegati dall’età camminare con difficoltà. Come sempre c’è da considerare che la reale forza per il taoismo risiede nella flessibilità, ovvero nella capacità di adattamento dell’uomo ad ogni tipo di energia che entrerà a far parte della sua vita.